Kit de Waal

Il mio nome è Leon

  • i
  • 18,50 prezzo di copertina
  • 312pagine

La trama

NELL’INGHILTERRA DEGLI ANNI OTTANTA, SCONVOLTA DALLA DISOCCUPAZIONE E DALLE TENSIONI SOCIALI SFOCIATE NELLA RIVOLTA DI BRIXTON, LA STORIA DI UN BAMBINO CHE SPERIMENTERÀ LA SEPARAZIONE DAI SUOI CARI E IL PREGIUDIZIO RAZZISTA


«UN LIBRO CHE VI REGALERÀ EMOZIONI INTENSE, UN PICCOLO EROE CHE VI SORPRENDERÀ.» Kirkus


Leon ha nove anni quando prende in braccio per la prima volta il suo fratellino appena nato, Jake. Un neonato che sembra un bambolotto, con la pelle bianchissima, così diversa da quella di Leon, che ha la pelle scura. Ma ora che la loro mamma non si vede più in giro, e loro devono andare a vivere con Maureen, una signora dai capelli rossi e ricci e una pancia come Babbo Natale, Leon capisce che deve proteggere il suo fratellino: perché qualcuno vuole prenderselo, e avere quel bambolotto bianco tutto per sé. Anche se Maureen gli spiega che è per il bene di Jake, che c’è una famiglia che vuole dargli una casa e un sacco di amore, per Leon è solo un tradimento. È per questo che Leon adesso è triste e anche un po’ arrabbiato… Per fortuna alcune cose lo fanno ancora sorridere, come correre velocissimo in discesa con la bici, e rubare con Maureen abbastanza monetine per poter – un giorno – 
andare a prendere Jake e anche la mamma, come un vero supereroe. Con l’evocazione di un’Inghilterra in cui le divisioni sociali sono più che mai evidenti, e dal colore della pelle può dipendere il futuro di un bambino, Il mio nome è Leon è un romanzo che ha colto di sorpresa i lettori inglesi: la storia struggente e dolcissima, raccontata con lo sguardo del piccolo Leon, della forza di un amore e della capacità di superare il dolore e la perdita. E soprattutto la storia di che cosa vuol dire avere una famiglia, o trovarla dove meno ce lo si aspetta.

L'autore

KIT DE WAAL è nata a Birmingham da madre irlandese e padre caraibico. Ha lavorato per 15 anni come avvocato occupandosi di famiglia e adozioni. È stata consulente legale dei servizi sociali sugli affidi e ha scritto diversi libri sull’argomento, ricevendo diversi premi. 
Il mio nome è Leon è il suo primo romanzo, accolto da grandissimo successo in Inghilterra e finalista al prestigioso Costa Book Award for First Novel, vincitore del Kerry Group Irish Novel of the Year Award.

www.kitdewaal.com

all Newsletter di Strenne 2017 all Tutte le newsletters