Khaled Fouad Allam

Il Jihadista della porta accanto

  • i
  • 14.90 prezzo di copertina
  • 200pagine

La trama

Hanno manipolato le menti e i cuori di migliaia di ragazzi europei (inglesi, francesi e italiani), trasformandoli in violenti mujaheddin. Lo stanno facendo con le migliaia di fuggiaschi dell’Africa, che si vedono respinti dall’Europa ricca e cercano qualcuno che restituisca loro una fede. Sono i miliziani dell’ISIS (sigla dell’autoproclamato Stato Islamico dell’Iraq e del Levante), che dopo aver conquistato Siria, Libia e Iraq minacciano il progetto di un “Nuovo Califfato Universale” deciso a spazzare via tutto l’Occidente.

Non sono più sparuti terroristi, ma un esercito che maneggia armi moderne e sofisticate. Il coltello viene usato solo per sgozzare gli infedeli in “esecuzioni esemplari” da mostrare sul web.

Sono migliaia di soldati ben addestrati e ben pagati, molti dei quali reclutati nelle scuole coraniche di Londra, Parigi e persino del Veneto italiano. Il denaro per finanziare le nuove “truppe del Corano” sgorga dai guadagni di traffici illeciti e dai pozzi di petrolio delle terre conquistate.

La presa di Mosul, di Tripoli e dell’aeroporto della capitale libica sono le tre icone di questa guerra, documenti della resa di governi deboli, un tempo appoggiati dall’Occidente, ma ormai incapaci di contrastare la forza di conquista degli esaltati della sharia.

L’autore, uno dei massimi esperti in Italia di questioni mediorientali, spiega dove ci porterà un conflitto che l’Occidente dovrà combattere non solo con una forte cooperazione internazionale, ma anche con astuzia, cultura e con una non più procrastinabile riflessione sui delicati equilibri fra Nord e Sud del mondo.

L'autore

Sociologo e politico di origine algerina, dopo aver vissuto in Marocco, Algeria e Francia è cittadino italiano dal 1993.

Ha insegnato Islamistica all’Università di Urbino ed è docente di Sociologia del mondo musulmano all’Università di Trieste. Ha pubblicato saggi e romanzi sui rapporti tra mondo arabo-islamico e Occidente. Già editorialista di “la Repubblica” e “La Stampa”, dal 2010 collabora con “Il Sole 24 Ore”. Ospite e consulente di

talk show televisivi, fa parte del comitato scientifico del Salone del Libro di Torino. Deputato del Parlamento italiano nella XV legislatura, è stato membro della Commissione Affari Costituzionali della Camera.

I suoi bestseller, tra cui citiamo Lettera a un kamikaze, sono stati in vetta alle classifiche italiane e internazionali.

all Newsletter di Novità Piemme ottobre all Tutte le newsletters