NELLA STESSA NEWSLETTER

Ron

Chissà se lo sai

Tutta una vita per cercare me

  • i
  • 19,00 prezzo di copertina
  • 224pagine

La trama

Pinot Nero, Carignano del Sulcis, Nebbiolo, Malvasia di Candia… Ogni capitolo di questo libro ha il titolo di un vino ed è legato a un ricordo, a un sorriso, a un’emozione. E sì, perché Chissa se lo sai  svela cose che pochi conoscono. Ad esempio, che fra le passioni nascoste di un grande cantautore c’è anche quella del vino, che lo ha portato addirittura a produrne uno con un nome bello come una canzone: Fra cent’anniQuesto libro nasce dall’incontro fra Rosalino Cellamare e Ron. E a ogni pagina si ride, si riflette, si fa memoria della storia d’Italia e della sua cultura, si resta coinvolti nell’intimo, come quando lo si ascolta cantare dal palco Piazza Grande, Joe Temerario, Non abbiam bisogno di parole, Attenti al Lupo…

Rosalino, che fin da bambino amava cantare ai concorsi canori accompagnato da papà, racconta della sua amatissima famiglia, della piccola Garlasco lasciata e poi ritrovata dopo il successo, della gavetta, dei tanti amici e di quel Dio a lungo invocato e cercato attraverso tortuosi percorsi spirituali. Ron – che in oltre quarant’anni di carriera ha scritto canzoni per artisti come Gianni Morandi, Fiorella Mannoia, Lucio Dalla, Loredana Berté, Anna Oxa, Biagio Antonacci, Tosca, Milva, Ornella Vanoni – riflette sul valore della creatività, sul successo e sull’importanza di rimanere fedeli a se stessi. E mentre guarda con fiducia al domani, spiega com’è giunto, oggi, a trovare la serenità e il coraggio di mettere a disposizione il proprio impegno per i malati di sla. Una confessione per nulla auto-celebrativa, piuttosto autocritica, che mostra come si attraversano i fallimenti, le fatiche, gli amori corrisposti e non corrisposti, svelando un cammino umano, interiore e professionale alla continua ricerca di sé.

L'autore

ROSALINO CELLAMARE (RON), è uno dei più amati cantautori italiani. Nasce a Dorno, in provincia di Pavia, il 13 agosto del 1953. Fin da ragazzino manifesta un’innata passione per la musica. E fin da allora la sua carriera è costellata di successi, esperienze e collaborazioni.  Nel 1970, a sedici anni, sale sul palco del Festival di Sanremo insieme a Nada, conquistando il settimo posto con Pa’ diglielo a ma’. Nel 1971 suscita attenzione la sua partecipazione al Disco per l’estate con il brano Il gigante e la bambina, con un testo in parte censurato. La sua carriera come autore comincia nel 1972, quando scrive la musica di Piazza Grande, presentata poi a Sanremo da Lucio Dalla.  Restano indimenticabili alcune canzoni: Non abbiam bisogno di parole, Anima, Joe Temerario, Vorrei incontrarti fra cent’anni, Attenti al Lupo. Negli anni Novanta, Ron riesce finalmente a coronare un sogno: la realizzazione di un proprio studio di registrazione, l’“Angelo Studio”, che ospita da anni grandi artisti italiani e internazionali.


Stefano Genovese, è un regista teatrale che si avvicina alla scrittura attraverso il teatro, scrivendo alcuni dei testi che mette in scena o adattando e traducendo importanti produzioni anglosassoni. Recentemente ha diretto il musical Ghost, lo storico spettacolo di Broadway Gypsy, l’adattamento per il teatro del film Mission, la versione italiana del musical Avenue Q e L’altra parte di Ron, spettacolo con il quale inizia una lunga collaborazione con il cantautore.

all Newsletter di Novità Piemme ottobre 2015 all Tutte le newsletters