NELLA STESSA NEWSLETTER

Solo il Vangelo è rivoluzionario

con Antonio Carriero

  • i
  • 17,50 prezzo di copertina
  • 144pagine

La trama

UN LUNGO, APPASSIONANTE DIALOGO CON UNO DEGLI UOMINI PIÙ VICINI A PAPA FRANCESCO TRA LE NUOVE SFIDE CHE LA CHIESA DEVE AFFRONTARE OGGI AL SUO INTERNO E NEL MONDO


Honduregno, salesiano, arcivescovo di Tegucigalpa, il cardinal Óscar Rodríguez Maradiaga è uno degli uomini più vicini a Bergoglio, suo amico fraterno fin dai tempi della collaborazione nella Conferenza episcopale latino-americana. Il 13 aprile 2013 il Papa argentino lo ha messo a capo del primo “consiglio dei ministri” della storia della Chiesa: il gruppo dei nove cardinali da tutto il mondo che ha il compito di consigliarlo nel governo della cattolicità e di coadiuvarlo nella riforma della Curia romana. Nella lunga conversazione con Antonio Carriero racconta le sfide che il “Consiglio dei nove” ha dovuto affrontare in questi tre anni: la questione della trasparenza nella gestione del denaro in Vaticano, la riforma dello Ior, l’accorpamento dei dicasteri, l’obiettivo di una sinodalità concreta e non teorica, l’organizzazione di una Chiesa sempre meno romano-centrica e sempre più universale. Il racconto svela come si sta progressivamente attuando dall’interno il processo di riforma e le molteplici resistenze al cambiamento di coloro che, secondo Maradiaga, «non sono misericordiosi con Francesco». Inediti e avvincenti sono alcuni particolari sugli ultimi due conclavi, sulla rinuncia di Benedetto XVI, sull’elezione di Francesco e sul giorno in cui il Papa gli disse: «Óscar, ho bisogno del tuo aiuto». 

L'autore

ÓSCAR RODRÍGUEZ MARADIAGA Cardinale, arcivescovo metropolita di Tegucigalpa, è il coordinatore del “Consiglio dei nove cardinali” nominato da Papa Francesco nell’aprile 2013. Entrato nella Congregazione salesiana nel 1961, ha ricevuto l’ordine sacro il 28 giugno 1970. È laureato in teologia (Università Pontificia Salesiana) e in teologia morale (Pontificia Università Lateranense); ha il diploma in psicologia clinica e in psicoterapia (Innsbruck, Austria). Dal 1963 al 1975 è stato insegnante elementare, poi professore di chimica e fisica, e infine di teologia morale ed ecclesiologia. Famoso per le sue battaglie contro la droga e la corruzione nei paesi latino-americani, che lo hanno costretto a girare con la scorta, nei giorni successivi all’attacco all’Iraq (marzo 2003), ha dichiarato che le vere armi distruttive di massa sono la povertà e l’ingiustizia.


ANTONIO CARRIERO (SdB) collabora con i quotidiani Avvenire e L’Osservatore Romano e con Vatican Insider. Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo Il Vocabolario di Papa Francesco in due volumi, firmato da cinquanta giornalisti.

all Newsletter di Novità Piemme maggio 2017 all Tutte le newsletters