NELLA STESSA NEWSLETTER

Claudio Paglieri

Fine della corsa

Un'indagine di Marco Luciani

  • i
  • 18,50 prezzo di copertina
  • 352pagine

La trama

MARCO LUCIANI SI TROVERÀ COINVOLTO IN UN’INDAGINE CHE LO TOCCHERÀ MOLTO DA VICINO, COMBATTUTO TRA INNATI PREGIUDIZI E FACILE PIETISMO. UNA MARATONA DA CORRERE IN PROGRESSIONE, A RISCHIO DELLA VITA.


Sofia sbuffò: «Sono anni che annunci che farai questa benedetta maratona e non la fai, non puoi pretendere di avere sempre tutto perfettamente sotto controllo. A un certo punto devi buttarti e basta.» «Buttarmi e basta?» disse Marco. «Sì. Allenato sei allenato, non morirai mica. Al limite, se a un certo punto non ce la fai ad andare avanti, ti fermi. Cammini.» «Cammino?! Fare una maratona camminando è umiliante. È come fare i 100 stile libero con i braccioli. No, se non mi sento pronto, non la comincio neanche.» «Ma non ti sentirai mai pronto! È come per il matrimonio, come per fare un figlio: non si è mai pronti.»


Nessun rimpianto. È esattamente questo che ogni giorno si ripete Marco Luciani nella sua nuova vita a Barcellona. Niente più gerarchie, capi a cui dire sì anche quando non si vorrebbe, burocrazia. Adesso ha una nuova routine, tra la gestione del figlio Alessandro, della casa, e un lavoro part-time che gli dà da vivere. Senza dimenticare il tempo che ogni giorno può dedicare agli allenamenti per la prossima maratona. Ed è proprio con questa scusa che Luciani decide di tornare a Genova per partecipare alla corsa in memoria delle vittime del ponte Morandi, un gesto dovuto e insieme una sfida. Adesso finalmente è pronto. Forse. Arrivato a Camogli a casa di sua madre, però, qualcosa cambia. L’omicidio di una donna riaccende una fiamma che l’ex poliziotto pensava si fosse spenta per sempre. Perché la verità è questa: le indagini gli mancano da morire. Così, con una nuova scusa, decide di rimandare la partenza e di dare una mano al vecchio compagno, il commissario Calabrò, che sembra già avere il colpevole perfetto: un ragazzo di colore senza uno straccio di alibi.

L'autore

CLAUDIO PAGLIERI, giornalista, scrittore e maratoneta, è nato a Genova e lavora al Secolo XIX. Con Piemme ha pubblicato Domenica nera (Premio Bancarella Sport), Il vicolo delle cause perseLa cacciatrice di testeL’enigma di Leonardo (Premio NebbiaGialla 2014, finalista al Premio Scerbanenco 2013), L’ultima cena del commissario Luciani Delitto e rovescio.

all Newsletter di Novità Piemme giugno 2021 all Tutte le newsletters