NELLA STESSA NEWSLETTER

Aldo Pagano

Motivi di famiglia

  • i
  • 18,50 prezzo di copertina
  • 398pagine

La trama

È in magistratura da più di vent’anni e quindi non lo ammetterebbe mai, ma in questo momento una parte di lei, una parte che credeva sotterrata tanto tempo fa, vorrebbe coprirlo con un lenzuolo, il corpo della ragazza. Vorrebbe proteggerlo, stringerlo, abbracciarlo. 

Non lo fa, naturalmente. Sarebbe sciocco, oltre che patetico. 

Emma avrebbe anche voglia di una Camel, questo lo ammetterebbe, ma non si fuma sul luogo del delitto. Guanti cuffia mascherina soprascarpe, e non si fuma. Quindi. Rimane in piedi a osservarlo, il cadavere, le braccia allacciate al petto. 


Il pubblico ministero Emma Bonsanti è tornata da qualche tempo a Bari, dove aveva vissuto un’adolescenza resa drammatica dalla violenza politica, dopo lunghi anni trascorsi in una Milano da cui è scappata per il suicidio di un suo indagato. Il caso di Alessia Abbrescia, una ragazza di appena diciott’anni, bellissima e di ottima famiglia, la scuote nel profondo. Perché c’è qualcosa in ciò che dicono di lei i genitori e gli amici - una figlia modello, senza nemici, né piccole grandi tristezze o colpi di testa da adolescente - che stride con la sua morte, con il luogo e la modalità in cui è stata ritrovata. E poi nella vita di quella ragazza, nel rapporto difficile con una madre ingombrante non riesce a non rivedere se stessa. E allora vale la pena andare a fondo, cercare sotto la superficie offuscata dalle testimonianze per scoprire chi era realmente la vittima e trovare il colpevole. Svelando uno a uno i segreti di una società contraffatta e accecata dal potere, dove tutto e tutti sono sacrificabili, Emma si troverà di fronte a una realtà drammatica, un abisso privato che, forse, non avrà la forza di affrontare.

L'autore

ALDO PAGANO, nato a Palermo nel 1966, ha vissuto a lungo a Roma, Bari, Milano, Como. La protagonista di Motivi di famiglia, il pubblico ministero Emma Bonsanti, è apparsa anche nel suo primo romanzo, La trappola dei ricordi, pubblicato nel 2015 da Todaro e in corso di ripubblicazione per Piemme.

all Newsletter di Novità Piemme aprile 2019 all Tutte le newsletters